sabato 4 agosto 2012

L'anno passato.

Salve a tutti ragazzi!
Bentornati sul blog di Akki!
Beh... Questo è un post molto veloce, anche perchè non sono molto bravo a fare elogi e robe varie. Sarò chiaro e conciso.
Il blog, oggi alle 18 compie un anno! 
Finalmente, dopo 365 giorni, il blog è arrivato al suo primo ciclo, e ciò non fa che rendermi felice. Nonostante non abbia minimamente spammato questo blog, le visite non hanno fatto altro che salire, e in un anno sono arrivato con le mie forze senza pubblicizzare niente a 4000 visite. Nulla di troppo esaltante, ma comunque ciò dimostra che la quantità di persone che guarda i miei post non è minimamente esigua. Lettori abituali o casuali, ciò non mi importa, perchè questo blog nacque con l'intenzione di mantenere e catalogare tutto ciò che mi succede, indipendentemente da quante visite faccia. Certo, le recensioni sono senza dubbio di più, ma ciò che mi solleva è il fatto che ricevo anche risposte da parte dei lettori, che una volta lette le mie recensioni, si prendono la briga di essere d'accordo o meno con me. 


Parlando ora di me, ultimamente ho smesso di vedere anime: non preoccupatevi, ne ho ancora tanti in saccoccia, ma adesso mi sto dedicando alle Visual novel. 
E Adesso DULCIS INFUNDO:
Ho finito la visual Novel di Clannad, Katawa Shoujo e Mirai no Kimi, tre belle visual novel da giocare senza pensarci troppo. 


Non ho molto altro da dire, se non... Grazie mille. Di tutto. Grazie a voi, lettori abituali (se ci siete) e lettori casuali, che magari un bel giorno diventeranno abituali.

mercoledì 1 agosto 2012

RECENSIONE ANIME: Kamisama No memo Chou




Kami sama no memo chou è un anime del 2011 creato dalla JC Staff.
La trama
Il filone centrale è un po’ atipico: un ragazzo, di nome Narumi, viene quasi per caso coinvolto in un gruppo di gente NEET (gente, insomma, che ha lasciato gli studi e non ha aspettative per il futuro) che si è in un certo senso “insediato” vicino a un ristorante di ramen. I personaggi, seppur pochi, sono piuttosto variegati e con caratteri ben distinti, tanto che impareremo a conoscerli a fondo fin dalle prime battute. Narumi crescerà insieme agli altri personaggi grazie a vari avvenimenti che incideranno molto sul suo carattere. Parlando proprio di carattere, nonostante la profondità dei personaggi, si notano grosse lacune nei caratteri dei personaggi centrali. Iniziamo parlando del personaggio – mascotte di questa serie, la bambina NEET Alice, colei, insomma, che funge da fulcro per la risoluzione dei vari casi in cui i personaggi si imbatteranno. Alice, nonostante la forza dei suoi ideali, si dimostrerà il personaggio più lacunoso, poiché si limiterà ad essere il conduttore delle soluzioni, alla fine di ogni minisaga, quasi scontate (escludendo naturalmente le ultime due mini storie). Ben più profondo, al contrario, è il carattere di Narumi, di cui conosceremo ogni sfaccettatura all’interno della serie. Fatto sta, comunque, che la cura in un personaggio solo non compensa la poca cura e l’inesattezza degli altri personaggi, e naturalmente la storia non ne giova, nonostante i buoni momenti presenti una volta raggiunto il climax di ogni ministoria.

Lato tecnico
Se dalla trama quest’anime fa storcere un po’ il naso ai veterani, il lato tecnico recupera ciò che è andato perso con la storia. Uno stile grafico abbastanza convincente accompagna una storia dall’input originale ma dallo svolgimento fin troppo lineare. Il problema dello stile grafico sta nell’animazione, veramente low budget e leggermente sotto gli standard dell’annata, e che si migliora solo nelle scene finali. Parlando poi del lato sonoro, nulla da dire: ottime tracce accompagnano ogni scena, e l’opening e la ending sono abbastanza convincenti.

Commento finale
Kami sama no memo chou, il blocco degli appunti di Dio, si dimostra una produzione JC Staff sotto gli standard sotto tutti i punti di vista, tralasciando la storia che, come abbiamo precedentemente detto,  ha un buon input ma uno sviluppo poco convincente. Nonostante tutto, però, il finale di ogni episodio lascia allo spettatore una buona aspettativa per l’episodio successivo, come è giusto che sia. In conclusione: consiglio quest’anime? … Solo a chi si sta avvicinando ad animazioni di questo tipo, senza troppe pretese e con una storia discreta. Consiglio quest’anime solo ai nuovi appassionati di anime.
Voto finale: 7
Qualità fansub: medio – Alta / I Fairy tail hanno fatto un ottimo lavoro con il fansub e con i karaoke. Tralasciando qualche errore di ortografia, nulla da segnalare. Buon lavoro.